Homepage2020-02-17T15:49:09+01:00

Giunto alla sua XI° edizione, il Concorso letterario nazionale Giana Anguissola premia ogni anno romanzi e racconti inediti proposti da scrittori ed esordienti destinati alla fascia di lettori 8-14 anni. Da quest’anno il Concorso è organizzato in collaborazione con la rivista Andersen, il più noto mensile italiano dedicato alla cultura per bambini e ragazzi.

La partecipazione al concorso è gratuita e il primo premio per la sezione romanzi è pari a 1.500 euro.

Il Concorso

Le informazioni necessarie alla partecipazione al Concorso letterario nazionale Giana Anguissola: regolamento, giuria, premi, storia del concorso.

Scarica il bando
Scarica Allegato A

Il Concorso letterario nazionale Giana Anguissola prevede due sezioni:

  1. A) – NARRATIVA INEDITA PER RAGAZZI: un romanzo o raccolta di racconti, minimo 40 cartelle
  2. B) – RACCONTI INEDITI PER RAGAZZI: lunghezza da 3 a 5 cartelle.

Chi può partecipare: il concorso è aperto a tutti gli autori maggiorenni sia esordienti sia autori di pubblicazioni in qualsiasi forma. Ogni partecipante potrà concorrere per la sezione di riferimento (A o B) con scritti inediti in lingua italiana rivolti alla fascia di lettori tra gli 8 e i 14 anni.

Non è prevista quota di adesione.

La scadenza del concorso è il 31 maggio 2020.

Gli scritti andranno inviati a: Comune di Travo – Ufficio Cultura – Piazza Trento 21 – 29020 Travo (PC).

La spedizione: si deve effettuare con un unico plico contenente 3 copie in formato cartaceo, 1 copia in formato elettronico (file doc., rtf. txt su CD/DVD o chiavetta USB); copia del documento di identità; il Regolamento firmato per accettazione; una busta chiusa con la dichiarazione in Allegato A sottoscritta dall’autore/autrice. Il plico andrà spedito con Raccomandata R.R. ovvero Corriere Certificato R.R.. Farà fede al riguardo la data del timbro postale.

Per tutti i dettagli scarica il Regolamento integrale e l’allegato A.

Per eventuali richieste di chiarimenti o ulteriori informazioni puoi rivolgerti alla Segreteria del Premio via mail all’indirizzo anagrafe.travo@sintranet.it o chiamando il numero 0523/950121.

La selezione delle opere vincitrici sarà valutata da una giuria presieduta da Daniele NOVARA (pedagogista/scrittore) e composta da:

GIURATI D’ONORE: Barbara SCHIAFFINO (direttrice della rivista “Andersen”); Pietro VISCONTI (direttore del Quotidiano Libertà); Gaetano RIZZUTO (già direttore del Quotidiano Libertà)

GIURATI: Adele MAZZARI (già Dirigente Scolastica); Riccardo KUFFERLE (figlio di Giana Anguissola); Rosella PARMA (già Responsabile del Servizio Biblioteche del Comune di Piacenza); Valeria DEPALMI (Bibliotecaria del Comune di Travo); Roberta CHIAPPONI (Docente); Giorgio EREMO (Storiografo); Giovanni Battista MENZANI (Architetto/scrittore)

PREMI

SEZIONE A (NARRATIVA)

1° Premio: 1.500 Euro e targa di riconoscimento

2° Premio: targa di riconoscimento e buono acquisto libri del valore di 250 Euro

3° Premio: targa di riconoscimento e buono acquisto libri del valore di 100 Euro

SEZIONE B (RACCONTI)

1° Premio: pergamena e buono acquisto libri del valore di 200 Euro.

2° Premio: pergamena – confezione di prodotti locali – Ingresso per 4 persone al Parco “Villaggio Neolitico” e al Museo Archeologico di Travo

3° Premio: pergamena e confezione prodotti locali

LA SERATA DI PREMIAZIONE si svolgerà a Travo il 25 luglio 2020. Gli autori premiati saranno avvisati per tempo via e-mail o telefonicamente e invitati a partecipare. I premi in denaro e buoni

acquisto non ritirati personalmente durante la cerimonia rimarranno a disposizione del Premio per l’edizione successiva.

Per tutti i dettagli scarica il Regolamento integrale e l’allegato A.

Un tributo alla grande scrittrice Giana Anguissola

Il Comune di Travo bandisce il Concorso di letteratura per ragazzi intitolato a Giana Anguissola per la prima volta nel 2009. L’obiettivo è quello di rendere omaggio alla grande scrittrice di origine piacentina e valorizzare il rapporto intenso che ebbe con Travo, un delizioso paese lambito dal fiume Trebbia e abbracciato dalle colline piacentine.

La Siura Giana e il suo legame con Travo

L’Anguissola nasce a Piacenza nel 1906 e la sua carriera gravita su Milano, città in cui si trasferisce dopo il matrimonio con Rinaldo Kufferle. A Travo, l’Anguissola approda nel 1948, forse una malattia del figlio Riccardo. La residenza dovrebbe essere temporanea, ma la scrittrice presto si inserisce nella vita del paese, stringe grandi amicizie, ristruttura e abita, nei weekend e durante le estati, la torre rotonda del castello, allora sede delle scuole elementari.

Dall’alto della torre, raccontano le maestre di allora, si sentiva il ticchettio costante della macchina da scrivere della “Siura Giana”, che da lì redige i suoi articoli per il quotidiano di Piacenza Libertà e scrive il suo piccolo capolavoro Il mistadello del Signor Barberi. Oggi quella casa è diventata un museo aperto a tutti.

A Giana Anguissola, il Comune di Travo ha dedicato una via del paese e il concorso a lei dedicato, che raggiunge nel 2020 la sua XI° edizione.

Leggi la biografia di Giana Anguissola

In primo piano

Le ultime notizie sul Concorso Letterario Nazionale Giana Anguissola.

Serate letterarie

Per tutto luglio e agosto 2020, all’ombra della torre del castello di Travo, in cui Giana Anguissola trascorre per tanti anni le sue estati, si terrà un ciclo di serate letterarie, musicali e di intrattenimento dedicate alla letteratura per i ragazzi e per gli adulti, ma anche a temi di attualità, economia, politica e cultura.

Fra i protagonisti delle precedenti edizioni, ricordiamo, fra gli altri, la fondatrice Casa editrice Iperborea Emilia Lodigiani, gli scrittori Sandra Petrignani, Caterina Soffici e Stefano Bordiglioni, gli economisti Carlo Cottarelli ed Elsa Fornero, i giornalisti Michele Serra e Giovanna Zucconi.

Il programma delle serate letterarie 2020 è in costruzione e sarà pubblicato prossimamente su questa pagina.

Anteprima scuole

Nell’anno in cui si festeggiano i 100 anni dalla nascita di Gianni Rodari e nell’ambito delle iniziative collaterali all’XI edizione del Concorso letterario nazionale Giana Anguissola, ai bambini e ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di Travo saranno proposti incontri di animazione alla lettura che li guideranno alla scoperta dell’opera del grande scrittore per ragazzi.

Per proseguire in classe la scoperta delle opere di Rodari e anche di Giana Anguissola, agli insegnanti saranno forniti spunti bibliografici e laboratoriali.

Giana Anguissola

Scrittrice di romanzi per adulti e per ragazzi, bozzettista, autrice televisiva, giornalista di varie testate nazionali e locali, Giana Anguissola nasce a Piacenza il 14 gennaio 1906. A soli 16 anni “con assoluta sfacciataggine”, come scrisse lei stessa, si presenta al Corriere della Sera di Milano con una sua novella, iniziando la sua lunga collaborazione con il Corriere dei piccoli, dove pubblicherà racconti e romanzi a puntate per quarant’anni, e con le altre testate del Corriere.

La consacrazione come scrittrice avviene con il suo romanzo per adulti Il romanzo di molta gente, edito dalla casa editrice Arnoldo Mondadori, con cui vince il premio “Le stanze del libro” come miglior autrice esordiente al Premio Viareggio del 1933.

Negli Anni 30 Giana Anguissola si orienta sempre più verso la letteratura per ragazzi pubblicando romanzi e racconti a puntate sul “Corriere dei Piccoli” e con diversi editori.

Dopo la fine della guerra si apre il grande sodalizio con la casa editrice Mursia, con cui pubblicherà i romanzi Il diario di Giulietta (1954), Priscilla (1958) Pierpaola (1959), L’inviata specialissima (1959), Io e mio zio, (1960) fino ad arrivare a Violetta la timida (1963). Nel 1954 con la riedizione de Gli eredi del circo Alicante ottiene il premio Soroptimist e nel 1959 con Priscilla il Premio della presidenza del consiglio e la Menzione dell’International Board on Books for Young People.

Nel 1957 vince il  Premio Saint Vincent per il giornalismo e nel 1964 il Premio Bancarellino con il romanzo che sarà il suo più diffuso: Violetta la timida.
Pioniera nel comprendere l’importanza dei mass media emergenti, quali la radio e la televisione, nel 1954 per l’esordiente TV dei Ragazzi realizzò la sceneggiatura di 21 episodi del Diario di Giulietta e nel 1959 la trasposizione televisiva di Le avventure di Pinocchio.

La scrittrice si spense a 60 anni a Milano il 13 febbraio 1966 dopo un lungo periodo di malattia.

Contatti

Segreteria del concorso

Per informazioni e per inviare le opere:
Email: anagrafe.travo@sintranet.it
Numero telefono: 0523 / 950121-123 interno 1

Ufficio Stampa
info@gianaanguissolatravo.it